CERIMONIA

 
 
 

 

Rispettando pochi e semplici codici d'abbigliamento lo sposo può diventare l'ago della bilancia per una perfetta cerimonia; di seguito i modelli consentiti dal galateo.

 

TIGHT  E MEZZO TIGHT

Il TIGHT è l'abito da cerimonia che si svolge di giorno; perfetto per un matrimonio dal sapore elegante e raffinato. Se lo sposo indossa il tight, l'etichetta lo richiede anche ai parenti più stretti.

 

Il nome tight identifica il taglio della giacca attillata;  gli inglesi lo chiamano morning coat; ha le code, è composto da una giacca petto solo, un bottone, revers a lancia. Il colore è' sempre grigio antracite,il tessuto preferibilmente spina di pesce. Il gilet è d'obbligo, di solito grigio chiaro o di lino color naturale o paglierino. Il pantalone è sempre rigato e senza risvolto. La camicia è bianca con collo regolare e doppio polso. La cravatta è sui toni dei grigi, la scarpa modello francesina nera. Si usano le bretelle bianche o nere e mai la cintura perché il tight non ha passanti. All'occhiello una gardenia bianca da fermare con l'apposito passantino sotto il revers.

Una curiosità: nelle code dei nostri tight vi sono due tasche particolarmente ampie, usate nel passato per riporvi le pistole dei duelli.

 

Il MEZZO TIGHT è meno impegnativo del tight perché consente ai parenti di indossare anche solo l'abito grigio; dona, in egual modo, un tono elegante e magico alla cerimonia.

 

Differisce dal tight solo nella giacca senza code, ha la lunghezza  regolare, tasche a filetto (mentre il tight non ha tasche esterne in vita),  sempre realizzato con un bottone e revers a lancia.

 

ABITO GRIGIO

L'ABITO GRIGIO è una scelta meno vincolante, permette agli invitati di non essere coordinati allo sposo. Ci sono, comunque, piccoli particolari da seguire per essere in armonia con l'etichetta della cerimonia.

 

Consigliamo un abito in lana pettinata in un tessuto leggermente mosso, come il fil a fil, spina di pesce o un impercettibile gessato. Se la cerimonia è di mattina o primo pomeriggio si predilige il grigio antracite o medio, mentre alla sera si consiglia il blu. Per il modello della giacca si può spaziare dal doppio petto al petto solo, tra i due o tre bottoni a seconda del tono: formale due, sportivo tre. Se si vuole abbinare il gilet è consigliabile i due bottoni. Il gilet può essere anche fantasia o tinta unita, grigio o pastello, così come le cravatte.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SMOKING

LO SMOKING è un abito solo ed esclusivamente da sera e non va indossato ai matrimoni. Fatta eccezione per la Germania e Stati Uniti dove è diventato, a tutti gli effetti, il quarto modello.

 

E' in tessuto nero leggermente lucido, in barathea di lana e mohair. Può essere doppio petto o petto solo, in questo caso rigororsamente con un solo bottone, revers a lancia o a scialle, in faille o raso di seta nera. Il pantalone, senza risvolto, ha sempre la tasca nella cucitura ed una spighetta di seta nera sul fianco. La camicia deve avere i doppi polsi con l'allacciatura nascosta, completato dalla fascia e farfallino in seta nera.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

GIACCA GURU

LA GIACCA GURU &è una giacca di ispirazione indiana.

 

Questa linea oggi può essere usata nel matrimonio informale. Si può realizzare con tessuti classici o fantasia, meglio se in seta come in origine.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CLICCA SULLA FOTO DEL TIGHT PER

RICHIEDERE MAGGIOR INFORMAZIONI 

 

 

 

  SCARICA I NOSTRI CONSIGLI SULL'ABBIGLIAMENTO DA CERIMONIA